FANDOM


Pesce Pazienza abbocca alla mia lenza!
― Fata Lina

Fata Lina è la fata del Fantabosco, succeduta a Fata Gaia. La sua bibita preferita è la Spumosa.

Per gli alti salti di Re Salmone!
― Fata Lina

Descrizione Modifica

Aspetto Modifica

Fata Lina indossa prevalentemente un vestito color verde acqua (o bianco) con un velo dello stesso colore. Sulla testa possiede delle mèches verde chiaro o un corto velo verde acqua. In alcune stagioni la fata ha indossato una collana di perle verde chiaro.

Pesce alibut, aiutami tu!
― Fata Lina

Caratteristiche Modifica

Pur essendo giovane, questa fata è molto potente, a tal punto da essere l'unica creatura magica a tenere testa a Strega Varana. Fata Lina è fresca, curiosissima, pronta a sperimentare, però poco disposta a imparare con la disciplina e la pazienza che l'arte magica richiederebbe. Dalle sue origini lei trae la sua virtù di fata custode della natura, pronta a sfidare il lupo gli orchi e persino Grifo Malvento, quando con la loro sciatteria o perfidia ne insidiano l'equilibrio. In aggiunta, lei possiede poteri magici molto potenti, tuttavia non sa ancora bene come usarli: non ricorda sempre le formule, le confonde, spesso imbrocca una magia solo a naso, o a caso. Solitamente sbaglia totalmente la magia, con conseguenze davvero disastrose. Nota positiva, con il suo potere di fata è capace di ridare vita alle piante attraverso una magica goccia d'acqua e una breve formula magica.

Grandi cascate!
― Fata Lina

Storia Modifica

Fata Lina fa parte della stirpe delle Fate Acquatiche e proviene da Oltracque, un regno di fiaba retto da Re Salmone, ricchissimo di fiumi e laghi. Appena arrivata al Fantabosco creava sempre pasticci con le sue magie. Lei ha da poco superato l'esame per passare da Fata Praticante a Fata Assistente. Inoltre, è diventata anche la Fata Madrina della Principessa Rosabella, cuginetta di Re Giglio. Per di più, Fata Lina è molto innamorata di Milo Cotogno. Nella puntata Principe per un istante, il folletto bacia Fata Lina per liberarla da un incantesimo. Successivamente, Milo riceve un bacio spontaneo ne Il Fuso Stregato, in cui stavolta è lei a liberare Milo con un bacio. Non si sa quando i due decideranno di rendere il loro amore pubblico, come quello tra Re Giglio e Regina Odessa.

Uffa schiuma!
― Fata Lina

Significato del nome Modifica

Il nome di Fata Lina, che al Fantabosco tutti scrivono staccato, nella sua patria di Oltracque è un nome unico: non vuol dire 'la fata di nome Lina', ma 'la piccola creatura fatale'. Laggiù infatti viene chiamata anche Fatina Fatale
Milo legge dal Grande Libro dei Nomi del Fantabosco[["Il vento dei nomi perduti"|[src]]]

Milo Cotogno spiega che non ci aveva mai pensato e anche lui presumeva che l'amica fata si chiamasse Lina, un nomicino piccolino e modesto. Egli precisa che 'Fatale' si dice per qualcosa che ha a che fare col fato, col destino, che dovrà accadere, prima o poi, che sta scritto.

Oh sante acque!
― Fata Lina

Voci correlate Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.